100 anni di vita migliorata

Il passato, il presente e il futuro di una vita migliore.

Fondata in Svezia nel 1919 dall’imprenditore Axel Wenner-Gren, l’Electrolux ha migliorato la vita durante questi 100 anni, reinventando un grande sapore, una cura e un benessere che i nostri consumatori conoscono bene. Questa è la nostra storia.

1919 - La nascita di Electrolux - Axel Wenner-Gren fonde Electrolux

Nel 1908 un giovane e ambizioso venditore svedese, Axel Wenner-Gren, visitò Vienna. In una vetrina ha scoperto qualcosa che avrebbe influenzato il resto della sua vita: un ingombrante aspirapolvere elettrico americano da 20 chili. Wenner-Gren capì subito che se fosse riuscito a renderlo più leggero, avrebbe creato un prodotto attraente che avrebbe migliorato la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Da quel momento in poi, "Migliorare la vita" sarebbe diventato il principio guida di Electrolux, che non è cambiato fino ad oggi.

SCOPRITE DI PIÙ

1921 - Aspiratori che hanno migliorato la vita - Dal rivoluzionario Modello V all'innovativo i9

Electrolux è stata fondata con l’idea di rendere gli aspirapolveri più leggeri e facili da usare, promuovendoli in tutto il mondo come dispositivo per migliorare la salute e l’igiene. Dall’innovativa idea del fondatore Axel Wenner-Gren di mettere delle guide sul Modello di aspirapolvere V, al lancio del primo robot aspirapolvere nel mondo, il viaggio continua.

SCOPRITE DI PIÙ

1925 - La storia di successo del frigorifero - Electrolux usa il design come arma nella "Guerra Fredda" dei frigoriferi

Negli anni '30, i consumatori non solo volevano affidabilità, ma iniziarono anche a cercare stile ed eleganza nei loro elettrodomestici da cucina. Il fondatore di Electrolux Axel Wenner-Gren ha risposto a questa tendenza reclutando personalmente i migliori designer statunitensi.

SCOPRITE DI PIÙ

1940 - L'Assistente di cucina di Electrolux - un inconfondibile classico del design nordico che ha migliorato la vita per 80 anni

La macchina da cucina Electrolux, nota anche come Kitchen Assistant, è oggi apprezzata come patrimonio di famiglia e tramandata di generazione in generazione. Da tempo è diventato il favorito nazionale in Svezia.

SCOPRITE DI PIÙ

1951 - La lavatrice - Una rivoluzione nella cura dell'abbigliamento

La lavatrice è soprannominata la più grande invenzione della rivoluzione industriale, per il ruolo che ha avuto per le donne all’interno della società. Con i contributi che includono il rivoluzionario “galleggiante” per lavatrici negli anni ‘40, Electrolux ha fatto sì che il consumatore potesse dedicarsi alle cose che importano davvero, come l’istruzione o trascorrere più tempo con la propria famiglia.

SCOPRITE DI PIÙ

1959 - La lavastoviglie - comoda e compatta, la lavastoviglie cresce

La lavastoviglie D10, soprannominata “La bacinella tonda”, venne lanciata nel 1959. La prima lavastoviglie al mondo con il piano di lavoro. All’epoca, quando la maggior parte delle cucine non era attrezzata per la lavastoviglie, poteva essere installata nella maggior parte delle cucine senza bisogno di doverle rinnovare.

SCOPRITE DI PIÙ

1962 - Il logo di Electrolux - l'emblema di fama mondiale è stato sviluppato nel 1962 da un grafico svizzero

Il primo logo Electrolux è stato sviluppato al momento della sua fondazione. Ma nel corso del secolo scorso si è evoluto per rimanere contemporaneo senza perdere ciò che rappresentava fin dall'inizio. L'elemento più famoso del logo è l'emblema, che non è cambiato dal 1962. È stato progettato dal grafico svizzero Carlo Vivarelli.

SCOPRITE DI PIÙ

1919
La nascita di Electrolux - Axel Wenner-Gren fonda Electrolux

Nel 1908 un giovane e ambizioso venditore svedese, Axel Wenner-Gren, visitò Vienna. In una vetrina ha scoperto qualcosa che avrebbe plasmato il resto della sua vita: un ingombrante aspirapolvere elettrico americano da 20 chili. Wenner-Gren capì subito che se fosse riuscito a renderlo più leggero, avrebbe creato un prodotto attraente che avrebbe migliorato la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Da quel momento in poi, "Migliorare la vita" sarebbe diventato il principio guida di Electrolux, che non è cambiato fino ad oggi.


Il fondatore della Electrolux SA di oggi, Axel Wenner Gren

Axel Wenner-Gren

Qualche anno dopo la sua visita a Vienna, Wenner-Gren aveva raccolto tutta l'esperienza necessaria per avviare un'attività in proprio come rappresentante di vendita per questo pulitore in Germania. Tornato a Stoccolma ha contattato due aziende, Elektromekaniska e Lux. Elektromekaniska ha già prodotto una copia del prodotto americano per il mercato svedese e ha subito iniziato a lavorare con Wenner-Gren su una versione più leggera. Allo stesso tempo, il produttore di lampade da esterno in kerosene Lux aveva iniziato a produrre aspirapolvere per sostituire la sua attività in declino nel settore delle lampade.

Una foto di gruppo davanti alla vecchia fabbrica Electrolux a Lilla Essingen
Il primo pulitore Lux I nel 1912

Modell Lux I

Nel 1912 i tre partner presentarono il loro primo pulitore, il Lux I. Si trattava di una macchina rivoluzionaria in quanto erano riusciti a ridurre il peso da un terzo a 14 chili. Il Lux I ebbe un ottimo inizio di vendite, ma Wenner-Gren e il suo team non erano soddisfatti. I consumatori hanno detto che 14 chili erano ancora troppo pesanti, quindi hanno continuato a lavorare su un modello ancora più leggero. Il Lux II è stato lanciato nel 1913. Probabilmente il primo aspirapolvere veramente facile da usare, pesava solo nove chili.

Wenner-Gren, che era l'unico agente per Germania, Francia e Gran Bretagna, garantiva di poter vendere 5.000 macchine in un anno. Questa è stata una grande sfida per la fabbrica Lux. Ma gli ordini arrivarono - fino allo scoppio della prima guerra mondiale nel 1914 e tutto si fermò.

Durante la guerra, la produzione e la distribuzione continuarono in misura minore, soprattutto in Svezia. E Wenner-Gren e il suo team, in particolare il direttore di Elektromekaniskas Sven Carlstedt, hanno continuato il lavoro di sviluppo del prodotto. Nel 1916 presentarono il Lux III, che non pesava più di 3,5 chili. Il cartoncino Lux ha pensato che la nuova versione fosse un giocattolo e non ha permesso a Wenner-Gren di utilizzare il marchio Lux per questo prodotto. Su cui Wenner-Gren ha fondato la propria azienda Elektron per vendere il prodotto.

La fondazione di Electrolux nel 1919

Dopo la guerra, era tempo di prepararsi all'espansione globale. Il 29 agosto 1919, Elektromekaniska cambiò il suo nome in AB Elektrolux (allora ancora scritto K) per diventare la principale società di vendita del gruppo Wenner-Gren. Questa era la nascita dell'odierna Electrolux.

Dopo la sua fondazione, Electrolux ha promesso di acquistare tutti i suoi detergenti per dieci anni dal produttore AB Lux, e ha nuovamente ricevuto il diritto di utilizzare il marchio Lux sulle sue macchine. Con il chiarimento delle questioni giuridiche e un nuovo e geniale nome, tutto era pronto per migliorare la vita in tutto il mondo nei prossimi 100 anni e oltre.

Fondazione di AB Electrolux nel 1919 nella città di Lilla Essingen, Svezia.

Scopri la storia degli aspirapolveri


1921
Aspiratori che hanno migliorato la vita - dal rivoluzionario Modello V all'innovativo i9

Electrolux diventa un'azienda globale grazie ad uno dei primi aspirapolvere mobili al mondo. A differenza degli ingombranti aspirapolvere verticali fissi che lo hanno preceduto, il Modello V del 1921 era un dispositivo veramente mobile che rivoluzionò la casa negli anni Venti. E' stato uno dei primi aspirapolvere moderni.

Modello I di Electrolux

Un nuovo sentimento di libertà domestica

La storia di Electrolux inizia con un aspirapolvere rivoluzionario. Già nel 1912 Axel Wenner-Gren, futuro fondatore di Electrolux, sviluppò il suo primo aspirapolvere. Ma solo il quinto modello, lanciato nel 1921, fu il primo aspirapolvere ad essere prodotto con il nome Elektrolux (all'epoca ancora scritto con K). Ed è stato anche il primo ad essere adattato per una casa normale. Una differenza essenziale rispetto ai modelli precedenti era che si appoggiava su sottili guide metalliche laterali e non era verticale. Era anche molto più leggero, perché il peso è stato ridotto durante tutta la serie (da Lux I a Lux V). Il primo modello pesava ancora 14 chili, il modello V solo cinque. Così è stato finalmente più facile muoversi nella stanza con l'aspirapolvere. Anche se ancora relativamente costoso rispetto agli standard moderni, oggi circa 1000 euro, il nuovo lusso di allora ha ripagato i clienti. Erano entusiasti!

Un suggerimento spontaneo del fondatore di Electrolux Wenner-Gren

Le idee migliori spesso vengono spontaneamente. Axel Wenner-Gren - ancora in fase di sviluppo del modello V - era a un importante incontro aziendale nel 1920 con il suo collega Sven Carlstedt, all'epoca direttore tecnico dell'azienda, quando sentì alcuni insulti su quanto fosse difficile spostare un aspirapolvere in casa. Ha afferrato spontaneamente una matita, ha aggiunto i pattini di metallo e un tubo più flessibile al modello V, e poi ha chiesto a Sven di renderli una realtà. Queste guide dovevano essere un componente e una caratteristica importante dei detergenti Electrolux fino agli anni '60.

La signora pulisce il soggiorno con Electrolux modello V

Indispensabile in stalle e soggiorni

Gli annunci di giornali di aspirapolvere degli anni '20 raccontano molto bene la storia: il modello V è stato fornito con una gamma di ugelli che possono essere utilizzati per una varietà di compiti. Alcuni annunci pubblicitari mostrano uomini che si prendono cura del loro cavallo con il modello V. Altre mostrano casalinghe impeccabilmente vestite, spensierate e spensierate che passano l'aspirapolvere un po' prima di affrettarsi a una festa o al cinema. La vita della comune casalinga probabilmente non era così glamour e jazzistica. Ma ora aveva la voce e un dispositivo prezioso che rendeva i noiosi lavori domestici molto più facili. La vita è stata migliorata.


Il signore pulisce il cavallo con Electrolux modello V

Ulteriori innovazioni globali e categorie di prodotti completamente nuove

Nel 1964 Electrolux sviluppò ulteriormente l'aspirapolvere: venne sul mercato il Luxomatic. Questo è stato il primo di una nuova generazione di aspirapolvere con caratteristiche quali avvolgicavo, sacchetti di carta autosigillanti e un indicatore di polvere che indicava quando il sacchetto era pieno. Oltre agli aspirapolvere a slitta ancora più innovativi, nel 2004 Electrolux è entrata con successo in una categoria completamente nuova: l'Ergorapido è stato il primo pulitore a barre di Electrolux. E mentre gli aspirapolvere manuali stavano migliorando sempre di più, Electrolux spingeva anche l'aspirapolvere autonomo. Nel 2001 è arrivato sul mercato il Trilobite, il primo aspirapolvere semovente semovente prodotto in serie al mondo. Con un'altezza di soli 13 cm e un diametro di 35 cm, il Trilobite ha dato ai consumatori un modo per pulire la loro casa. L'evoluzione di questo - l'Electrolux Pure i9 - è oggi di gran lunga uno dei migliori robot di aspirazione al mondo. Non da ultimo per la sua forma triangolare unica e per la tecnologia 3D Vision™ con quella del look tridimensionale Pure i9. Il Pure i9 scansiona la stanza con precisione, riconosce gli ostacoli e naviga liberamente intorno ad essi. Questo significa ancora meno lavori domestici da fare. In questo modo continuiamo a migliorare la vita dei nostri clienti.

Lo sviluppo degli aspirapolvere Electrolux

Trova l'aspirapolvere perfetto

Nella nostra vasta scelta di aspirapolvere troverete la macchina perfetta per voi. Un aspirapolvere a slitta, un aspirapolvere a batteria senza fili o persino un robot che pulisce a fondo la tua casa mentre passi del tempo con la tua famiglia? Tutto questo è a vostra disposizione, confrontate i nostri aspirapolvere e assicuratevi il massimo comfort ai massimi livelli.

Scopri la storia dei frigoriferi


1925
La storia di successo del frigorifero - Electrolux usa il design come arma nella "Guerra Fredda" dei frigoriferi

Negli anni '30, i consumatori non solo volevano affidabilità, ma iniziarono anche a cercare stile ed eleganza nei loro elettrodomestici da cucina. Il fondatore di Electrolux Axel Wenner-Gren ha risposto a questa tendenza reclutando personalmente i migliori designer statunitensi.

Electrolux Kühlschrank aus den früheren Jahren

Inizio degli anni '20

I frigoriferi avevano già guadagnato popolarità negli Stati Uniti nei primi anni '20, ma non si erano ancora stabiliti in Europa. Nel 1922 Baltzar von Platen e Carl Munters studiarono ingegneria civile al Royal Institute of Technology di Stoccolma. Lavorando ad un progetto di sperimentazione, hanno inventato e sviluppato un frigorifero per alimenti: il frigorifero ad assorbimento di gas. Molti scienziati hanno lavorato sulle tecniche di refrigerazione, ma ciò che ha reso diverso questo frigorifero è che utilizzava una fonte di calore per far avanzare il processo di raffreddamento.

Frigoriferi Electrolux esposti
Der erste Electrolux Kühlschrank mit dem Slogan "Die Flamme die kühlt"

La fiamma che raffredda

All'epoca Electrolux era già attiva con successo nel mercato degli aspirapolvere. Tuttavia, quando l'amministratore delegato Axel Wenner-Gren venne a conoscenza della nuova invenzione nel 1925, acquistò l'azienda dai giovani ingegneri civili, i quali perfezionarono il loro prodotto. L'ingegnosa invenzione dei due studenti di Stoccolma divenne il primo elettrodomestico da cucina Electrolux e un best-seller mondiale. L'innovativo e paradossale slogan pubblicitario di Electrolux, che si riferiva a come una fiamma di gas potesse portare al raffreddamento, ha preso d'assalto il mondo. Si chiamava "la fiamma che raffredda".

Das Geschäft boomte: In den 1930er Jahren wurde ein Kühlschrank zur Norm für eine europäische Mittelstandsfamilie. Und bereits 1936 verließ das millionste Beispiel die Fabrik im schwedischen Motala. Der Electrolux Gasabsorptionskühlschrank eroberte die Welt.

Il frigorifero L300 ridisegnato nel 1940

"L'uomo che ha formato l'America" disegna per la Svezia

Nel mondo dei beni di consumo, il design è diventato sempre più importante. L'enorme successo dell'elegante e snello frigorifero Super Six Coldspot di Sears and Roebuck del 1935, progettato da Raymond Loewy, fu un punto di svolta. Wenner-Gren si rese conto che doveva reagire e cercò i migliori designer. Loewy è stato assunto da Wenner-Gren. Il designer franco-americano è stato descritto come "l'uomo che ha plasmato l'America. Ha lavorato in molti campi diversi: Bus Greyhound, packaging design, loghi, edifici e molto altro ancora. Streamlining, lo stile per cui è famoso, era il nuovo look degli anni '30. Il colore bianco crema e gli angoli morbidi del suo frigorifero Electrolux L300, lanciato nel 1940, hanno riscosso un immediato successo.

La L300 in una vetrina in Svezia

Electrolux apporta modifiche per conquistare il favore dei clienti

Nel dopoguerra, la tecnologia dei compressori favorita dalla concorrenza fece enormi progressi e Electrolux non riuscì più a chiudere gli occhi. La tecnologia concorrente offriva un'alternativa migliore per i grandi frigoriferi che i clienti desideravano.

Tuttavia, questa non era la fine della strada per il classico frigorifero ad assorbimento. Proprio mentre Electrolux stava progettando di chiudere i suoi stabilimenti, si notava una tendenza. La possibilità di camminare per strada con il frigorifero ne farebbe una scelta perfetta per i camper e i veicoli ricreativi, che divenne sempre più popolare negli anni Sessanta. Gli Stati Uniti erano il più grande mercato mondiale per le roulotte. Una nuova linea di prodotti è stata sviluppata e una nuova società, Dometic, è stata fondata per distribuire questa gamma di prodotti. La linea di prodotti e il marchio sono stati venduti nel 2001 e sono proseguiti con il nome Dometic. Nel frattempo è indipendente.

Oggi Electrolux sviluppa con successo frigoriferi innovativi con il proprio nome e attribuisce grande importanza alla sostenibilità che è chiaramente sottolineata da apparecchi che hanno addirittura ridotto del 20% lo standard A+++. In questo modo continuiamo a migliorare la vita dei nostri consumatori.

Un confronto tra i frigoriferi di ieri e di oggi

Trovate il frigorifero perfetto

Grazie ai frigoriferi Electrolux potrete sperimentare freschezza, flessibilità e funzionalità in un modo nuovo. Sfruttate lo spazio della porta del frigorifero in modo diverso - con CustomFlex®. Oppure utilizzare NaturaFresh per una freschezza degli alimenti 3 volte superiore. Con la nostra guida alla spesa per frigoriferi troverete quello che state cercando.

Scopri la storia delle macchine da cucina


1940 - L'assistente di cucina Electrolux - un inconfondibile classico del design nordico che ha migliorato la vita per 80 anni

La macchina da cucina Electrolux è oggi apprezzata come cimelio di famiglia e tramandata di generazione in generazione. In Svezia è da tempo diventato uno dei preferiti a livello nazionale.

Assistente di cucina pubblicitaria degli anni '40

Trasformatore compatto

Nel 1939 Electrolux affidò al designer e ingegnere svedese Alvar Lenning il compito di trasformare un apparecchio professionale da cucina per ristoranti in un apparecchio più piccolo e compatto adatto all'uso domestico. Pochi avrebbero immaginato che sarebbe diventato uno dei prodotti più durevoli dell'azienda, lodato sia per la sua robustezza e affidabilità che per il suo design. Il corpo beige, il caratteristico guscio metallico a campana, le esclusive lame Velouté e l'elegante look leggermente retrogrado sono immediatamente riconoscibili. Lenning è un eroe non celebrato del design svedese.

La macchina da cucina Electrolux del 1940
Electrolux consumatore serve assistente di cucina

Un inizio indeciso

Questa storia di successo ha avuto un inizio sfavorevole. Quando arrivò sul mercato nel 1940, l'Europa era nel profondo della guerra, il razionamento era diffuso e le materie prime erano difficili da ottenere per realizzare un nuovo elettrodomestico da cucina. Le code erano lunghe e solo pochi fortunati potevano comprare un assistente di cucina. Le persone con disabilità che potevano fornire un certificato medico e la prova che l'apparecchio avrebbe migliorato la loro qualità di vita avevano diritto a un parto più veloce, in linea con la visione di "migliorare la vita".

Un libro di cucina con ricette di guerra è sempre stato incluso, una tradizione che è continuata molto tempo dopo la fine del razionamento. I proprietari si sono presto resi conto delle numerose possibilità culinarie che si aprivano loro. Come annunciato in un annuncio del 1944, poteva montare, mescolare, impastare, purificare, schiacciare, tritare, tagliare, grattugiare e purificare gli ingredienti. Si possono anche fare delle salsicce.

Electrolux consumatore serve assistente di cucina

Ulteriori innovazioni globali e categorie di prodotti completamente nuove

Nel 1964 Electrolux sviluppò ulteriormente l'aspirapolvere: venne sul mercato il Luxomatic. Questo è stato il primo di una nuova generazione di aspirapolvere con caratteristiche quali avvolgicavo, sacchetti di carta autosigillanti e un indicatore di polvere che indicava quando il sacchetto era pieno. Oltre agli aspirapolvere a slitta ancora più innovativi, nel 2004 Electrolux è entrata con successo in una categoria completamente nuova: l'Ergorapido è stato il primo pulitore a barre di Electrolux. E mentre gli aspirapolvere manuali stavano migliorando sempre di più, Electrolux spingeva anche l'aspirapolvere autonomo. Nel 2001 è arrivato sul mercato il Trilobite, il primo aspirapolvere semovente semovente prodotto in serie al mondo. Con un'altezza di soli 13 cm e un diametro di 35 cm, il Trilobite ha dato ai consumatori un modo per pulire la loro casa. L'evoluzione di questo - l'Electrolux Pure i9 - è oggi di gran lunga uno dei migliori robot di aspirazione al mondo. Non da ultimo per la sua forma triangolare unica e per la tecnologia 3D Vision™ con quella del look tridimensionale Pure i9. Il Pure i9 scansiona la stanza con precisione, riconosce gli ostacoli e naviga liberamente intorno ad essi. Questo significa ancora meno lavori domestici da fare. In questo modo continuiamo a migliorare la vita dei nostri clienti.

Lo sviluppo di macchine da cucina e assistenti di cucina

Trovate il robot da cucina perfetto

La vita può essere migliorata molto con pochi mezzi. Un robot da cucina fa il primo passo verso il piacere e il comfort. L'impastamento noioso e l'agitazione noiosa è storia.

Scopra la storia delle lavatrici


1951
La lavatrice - una rivoluzione nella cura dei capi d'abbigliamento

Partendo da semplici modelli nei primi anni '50, le lavatrici Electrolux si svilupparono enormemente nel dopoguerra. Gran parte di questo sviluppo è dovuto ad acquisizioni strategiche e allo scambio di conoscenze tra marchi diversi ma correlati all'interno del Gruppo. Il design all'avanguardia, un portafoglio di marchi in crescita e impianti di produzione sono state tre delle conseguenze.

La lavatrice Elux-Miele, più innovativa della precedente WS20.

Il Washday Blues appartiene ormai al passato.

Gli anni del dopoguerra sono stati una fase di boom per i beni di consumo, non da ultimo per la lavatrice per uso domestico. Nel 1951 Electrolux introdusse la prima lavatrice per uso domestico, la W 20, per la gioia delle casalinghe nordiche. Nel 1961 fu lanciata la Elux-Miele 505, un'ulteriore spinta all'innovazione. E' stata la prima macchina a caricamento frontale completamente automatico dell'azienda, completa di selettore di programma, porta blindata e termostato. L'intero processo di lavaggio è stato completato in soli 62 minuti. Un vero progresso che ha migliorato la vita.




Il signore presenta la lavatrice Electrolux W 20

Le acquisizioni in abbondanza

Come sempre, Electrolux ha visto dove si trovavano le lacune nelle sue competenze e ha acquistato aziende con una buona quota di mercato e un'esperienza impressionante in alcuni settori. La società francese Arthur Martin è stata acquisita nel 1976. Fondata nel 1854, era nota per il suo fascino e il suo design fantasioso. Segue il 1984 Zanussi dall'Italia, il più grande produttore di lavatrici e asciugatrici in Europa. Due imprese tedesche hanno dato accesso al grande mercato tedesco: GmbH Zanker nel 1985 e AEG Hausgeräte nel 1993.

Caricatore frontale lavatrice Electrolux

Un processo di costante innovazione

Mentre all'epoca molte delle lavatrici vendute sul mercato statunitense erano di tipo top loader, il mercato europeo privilegiava i caricatori frontali. Leggermente più costoso, i caricatori frontali consumano meno acqua, energia e detersivo. Zanussi è stato un pioniere in questo campo.

Nel 1986 è stata introdotta sul mercato la "tecnologia ALC", che regolava la quantità d'acqua in base al carico. L'essiccatore Iron Aid è stato un'utile aggiunta: il primo essiccatore a vapore sul mercato per ridurre il fabbisogno di ferro da stiro. In questo periodo è stato introdotto anche il "Power Jet": un potente getto d'acqua nel cassetto del detersivo che garantisce l'assenza di residui di polvere. Successivamente, il Gruppo Electrolux ha sviluppato il "Gentle Care Drum" per lavare delicatamente gli indumenti particolarmente sensibili. I clienti hanno scoperto che la nuova generazione di lavatrici era sempre più adatta alle loro esigenze specifiche e ne sono rimasti entusiasti.

Anche con questo zaino di innovazioni, la richiesta di Electrolux di ulteriore sviluppo, efficienza e sostenibilità è più che mai grande: prodotti come le lavatrici con Autodose o le asciugatrici con scansione 3D - compresa un'impressionante classe di efficienza - ne sono il risultato.

Lo sviluppo delle nostre lavatrici fino al 2019

Trovate la lavatrice perfetta

La tecnologia AutoDose consente di iniziare 30 lavaggi con una singola dose. Il migliore? Quelli più lunghi durano 3 volte di più. Cosa succede se il tuo smartphone ti avvisa semplicemente quando il ciclo di lavaggio è terminato? La decisione non è sempre facile, ed è qui che entra in gioco il nostro Buyer's Guide.

Scoprite la storia delle lavastoviglie


1959 - La lavastoviglie - comoda e compatta, la lavastoviglie cresce

Electrolux è stata la prima azienda a introdurre sul mercato una lavastoviglie compatta. La motivazione originaria derivava dalla necessità del cliente di ridurre la quantità di lavoro in cucina. Una ricerca di mercato ha dimostrato che per una famiglia di quattro persone ci sono voluti più di 45 giorni lavorativi all'anno per lavare i piatti a mano! Electrolux voleva migliorare questo aspetto della vita.

Un consumatore Electrolux presenta la lavastoviglie Electrolux D10

L'ingegnosità preelettrica e la prima lavastoviglie Electrolux

Già alla fine del XIX secolo ci sono stati diversi buoni tentativi di costruire una lavastoviglie. Uno degli inventori più importanti fu la socialista di Chicago Josephine Cochrane. Arrabbiata perché la sua fine porcellana si è rotta quando ha lavato i piatti a mano, Cochrane ha inventato una macchina per fare il lavoro.

Nel 1886 brevetta la sua invenzione e inizia a produrre la sua lavastoviglie, la prima ad avere successo commerciale. Ma ciò di cui avevamo bisogno per un apparecchio veramente efficace era l'elettricità e un efficiente e moderno sistema di drenaggio. La prima lavastoviglie elettrica entrò sul mercato nel 1929, ma fu solo dopo la seconda guerra mondiale che decollò veramente nelle abitazioni private: Una nuova era è iniziata con il "The Round Jar" di Electrolux.

Nel 1959 Electrolux introdusse sul mercato la D10. Non solo la nostra prima lavastoviglie, ma anche il primo modello da banco al mondo. Facile da installare nella cucina moderna, si è subito guadagnato il soprannome di "The Round Jar". I piatti giravano e venivano spruzzati con acqua calda e in otto minuti si poteva fare tutto il bucato per una cena per cinque persone. Oltre 50.000 unità sono state vendute sui mercati scandinavi e tedeschi.

Le innovazioni continuarono e nel 1966 fu lanciato un modello da pavimento che faceva tutto con la semplice pressione di un pulsante: prelavaggio, lavaggio e asciugatura. È diventato un componente standard della cucina Electrolux.

Più silenzioso, più efficiente dal punto di vista energetico e più intelligente

Negli anni '80, Electrolux ha compiuto progressi significativi nella riduzione del consumo di acqua e di energia delle lavastoviglie. Ora erano più adattabili a compiti e ambienti diversi e potevano essere programmati in modo diverso a seconda del contenuto: I bicchieri e i piatti potevano essere lavati allo stesso modo delle pentole e padelle o della porcellana.

Il duro lavoro di Electrolux ha dato i suoi frutti. Nel 2014, la lavastoviglie in acciaio inox con IQ-Touch™ Controls di Reviewed.com ha ricevuto il punteggio più alto possibile ed è stata descritta come "più vicina alla perfezione". E la lavastoviglie ComfortLift, che alza il cestello inferiore ad un'altezza confortevole per un caricamento efficiente ed ergonomico, ha vinto il prestigioso IF Design Award in oro nel 2017.

Ma anche in termini di rispetto per l'ambiente e sostenibilità, le più recenti lavastoviglie Electrolux contribuiscono ad una vita migliore per tutti noi: Una moderna lavastoviglie moderna consuma solo una decina di litri di acqua per ciclo. Un consumo molto più basso rispetto al lavaggio a mano. Electrolux rende il lavoro in cucina più confortevole ed ecologico allo stesso tempo.

La nostra ultima innovazione si chiama Quickselect e rappresenta un nuovo modo intimo di avviare la lavastoviglie. Il tempo di funzionamento può essere regolato indipendentemente e l'ecometro mostra quanto sia ecologico il tempo di funzionamento selezionato.

Lo sviluppo delle nostre lavastoviglie

Trovi la lavastoviglie perfetta

Con le lavastoviglie Electrolux si ha un funzionamento intuitivo e un comodo caricamento e scaricamento. Grazie a QuickSelect è sufficiente selezionare il tempo di esecuzione con il cursore e niente di più. Il ComfortLift® offre un nuovo livello di comfort come nessun'altra lavastoviglie. Scopri le migliori lavastoviglie di altissima qualità con la nostra guida alla spesa.

Scopri la storia del nostro logo


1962
Il logo Electrolux - l'emblema di fama mondiale - è stato sviluppato nel 1962 da un grafico svizzero

Il primo logo Electrolux è stato sviluppato al momento della sua fondazione. Ma nel corso del secolo scorso si è evoluto per rimanere contemporaneo senza perdere ciò che rappresentava fin dall'inizio. L'elemento più famoso del logo è l'emblema, che non è cambiato dal 1962. È stato progettato dal grafico svizzero Carlo Vivarelli.

Sviluppo del logo tra il 1919 e il 2015

Sole e globo

Electrolux si è presentata fino ai primi anni '60, prima con globi, raggi di sole e poi con scritte oscillanti. All'inizio degli anni '60, tuttavia, il logo precedente non era sempre più in linea con lo spirito del tempo, in quanto non era più chiaramente riconoscibile nel nuovo mezzo pubblicitario: la televisione. La direzione del gruppo ha quindi deciso: si deve creare una nuova sigla aziendale.

L'offerta del 1961 ha ricevuto un'enorme risposta. Al concorso hanno partecipato non meno di 80 grafici, per un totale di 123 disegni. L'appalto è stato assegnato al grafico Carlo L. Vivarelli per il suo progetto «Sole e Terra - konkav-konvex».

Il famoso emblema

Lo svizzero è nato a Zurigo nel 1919. Dopo la sua formazione alla Kunstgewerbeschule Zürich si recò all'estero. Ha lavorato come product designer e consulente artistico per diverse aziende industriali. Tra le altre cose, ha disegnato la sigla per la televisione svizzera e la successiva filiale Electrolux "therma". Dal 1950 lavora come pittore e realizza sculture. Anche i manifesti pubblicitari per Swissair o Flumserberg nascono anch'essi dalle mani dell'affollato grafico. È stato co-direttore della rivista "Neue Grafik" e ha ricevuto numerosi premi per concorsi di cartellonistica e cartellonistica.

Il simbolo mostra una grande E modificata che racchiude un disco e può essere interpretato come un sole o un globo. Non solo riprende l'emblema originale dell'azienda, ma rappresenta anche le operazioni mondiali dell'azienda e l'importanza dell'ambiente per Electrolux. Un linguaggio visivo che non ha perso nulla della sua attualità anche dopo molti anni.

Il sigillo è stato introdotto nel 1962 ed è ancora oggi utilizzato in oltre 150 paesi come elemento distintivo di Electrolux.

Dal 2015

Il segno di un'azienda è il suo volto. Si memorizza come si memorizza il volto di una persona. Esattamente 50 anni fa, il Gruppo Electrolux ha deciso per un nuovo logo. Nel 2015, anche questo emblema è stato preso in considerazione, ma riconfezionato.

"E come eccellenza"

Come è nato questo emblema? Il nostro logo è stato progettato più di 50 anni fa con l'obiettivo di alta qualità e professionalità. La serif E, che è sinonimo di eccellenza, chiude i lacci e appare l'emblema Electrolux di oggi.

La storia in breve